GLOBALIZZAZIONE: INIZIAMO -I PARTE

COMINCIAMO A RACCOGLIERE LE IDEE.. SU PADLET

http://it.padlet.com/antonellaspagni/92o7xer5n0fv

IIIA

III B: http://it.padlet.com/antonellaspagni/u1jrnkmgdy2w CI HAI MAI PENSATO? OGNI GIORNO USIAMO PRODOTTI, BENI, MERCI DI UN’ECONOMIA GLOBALIZZATA:

globalizzazione due globalizzazione PRENDIAMO IN CONSIDERAZIONE UN CASO IN PARTICOLARE. http://www.greenbiz.it/green-management/marketing-e-comunicazione/prodotti/9147-nutella-miglior-esempio-globalizzazione-ocse testo qui: Nuovo Documento di Microsoft Office Word (3) ORA DOBBIAMO CERCARE INFORMAZIONI E AVVIARE LA RIFLESSIONE PER DEFINIRE QUESTO FENOMENO. CHE DOMANDE CI FACCIAMO PRIMA DI AVVIARE LA RICERCA? https://www.mindomo.com/mindmap/6090e52fc1aa468fa609f6cbaf00929c COMINCIAMO A RACCOGLIERE QUALCHE INFORMAZIONE LEGGENDO IL LIBRO DI GEOGRAFIA E LEGGENDO QUI: La parola globalizzazione viene usata a partire dagli anni ’90 per indicare quell’insieme di fenomeni che ha portato verso l’integrazione economica, sociale e culturale di diverse aree del mondo. Non esistono più (quasi) confini o ostacoli che impediscono lo scambio di merci, informazioni e idee da una parte all’altra del globo: indossiamo, per esempio, una maglietta che è stata disegnata in un laboratorio creativo a New York, ma è stata prodotta in Cina con il cotone proveniente dall’India e viene commercializzata in almeno venti paesi del mondo. Guidiamo un’automobile progettata in Italia, ma prodotta in Polonia con il ferro del Brasile, l’alluminio della Guinea e con le gomme prodotte in Francia con il caucciù della Malaysia. In questo stesso momento possiamo sapere attraverso la tv satellitare o internet cosa accade dall’altra parte del mondo guardando un TG o leggendo un sito di news estero. Ma come è stato possibile tutto questo? Grandi e rapidi progressi tecnologici degli ultimi decenni hanno ridotto o eliminato molti ostacoli agli scambi e alle comunicazioni, contribuendo alla crescita del commercio internazionale e degli investimenti verso l’estero; innanzitutto i trasporti sono diventati più celeri ed economici e la diffusione prima di sistemi di telecomunicazioni integrati (telefono e fax) e poi di Internet ha permesso di comunicare in tempo reale fra luoghi lontanissimi. Le imprese progressivamente hanno delocalizzato la produzione, impiantando le fabbriche in paesi in cui la tassazione, le leggi sul lavoro, la disponibilità di materie prime permettono di ridurre i costi e aumentare la competizione sui mercati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...